Ruota il dispositivo per accedere correttamente ai contenuti del sito.

Diritti e Doveri dei soci

ll Rapporto Sociale trova il suo fondamento nel Regolamento Sociale e nello Statuto Sociale.

La Cassa Rurale, in quanto banca di credito cooperativo della comunità e del territorio e nel rispetto ed attuazione dell’art. 2 dello Statuto Sociale, intende perseguire l’innovazione e realizzare il bene vicendevole con i soci, sviluppando le condizioni economiche e sociali, mediante la responsabilità e la reciprocità. E’ una società apolitica ed apartitica. (Regolamento Sociale - Articolo 5 – Sistema valoriale)

L’art. 6 del Regolamento Sociale sottolinea l’impegno da parte della Cassa Rurale a riconoscere i soci come primo riferimento delle proprie azioni.

"1. La Cassa Rurale riconosce i soci quale primo riferimento delle proprie azioni.
2. La Cassa Rurale si impegna a favorire la partecipazione dei soci alla vita sociale, promuovendo iniziative bancarie, istituzionali, sociali, culturali ed aggregative che possano incrementare il loro senso di appartenenza alla cooperativa.
3. La Cassa Rurale opera affinché i soci nella loro relazione bancaria e sociale possano trovare la disponibilità della cooperativa all’ascolto ed al confronto sui temi riguardanti gli obiettivi e le azioni della Cassa Rurale.
4. La Cassa Rurale, in quanto cooperativa di credito, riconosce ed enfatizza l’ eguaglianza e la parità fra tutti i soci senza distinzione di razza, sesso e censo.
5. La Cassa Rurale favorisce l’ingresso di nuovi soci.
6. I Soci si impegnano a valorizzare il proprio status operando in modo adeguato e corretto con la propria Cassa Rurale.
" (Statuto Sociale - Articolo 6 – Reciprocità tra Cassa Rurale e Soci)

Lo Statuto Sociale, all’art. 9, specifica i diritti e doveri dei soci.

"1. I soci, che a norma delle disposizioni precedenti sono stati ammessi nella Società ed iscritti nel libro soci, esercitano i diritti sociali e patrimoniali e:
a. intervengono in Assemblea ed esercitano il diritto di voto, secondo quanto stabilito dall'art. 26;
b. partecipano al dividendo deliberato dall'Assemblea sulla base del valore nominale della loro partecipazione sociale risultante dal libro dei soci;
c. hanno diritto di usufruire dei servizi e dei vantaggi offerti dalla Società ai propri soci nei modi e nei limiti fissati dai regolamenti e dalle deliberazioni sociali;
d. hanno diritto di prendere visione del bilancio annuale e delle relazioni degli amministratori e dei sindaci nella sede della Società, durante i quindici giorni che precedono l'Assemblea, e di presentare agli organi sociali eventuali osservazioni o indicazioni riferentisi alla gestione sociale.
2. I dividendi non riscossi entro il quinquennio dal giorno in cui divengono esigibili restano devoluti alla Società ed imputati alla riserva legale.
3. I soci hanno l'obbligo di osservare lo statuto, i regolamenti e le deliberazioni degli organi sociali e di collaborare al buon andamento della Società, operando in modo adeguato e corretto con essa, partecipando all'Assemblea e favorendo in ogni modo gli interessi sociali." (Statuto Sociale -
Art. 9 - Diritti e doveri dei soci).